Largo La Pira, 10 51010 Massa e Cozzile (PT)
0572 77291

Assegno temporaneo per famiglie con minori

Assegno temporaneo per famiglie con minori

A decorrere dal 01/07/2021 entrerà in vigore il nuovo assegno unico per i figli attraverso una misura ponte sino al 31/12/2021, che diventerà strutturale a decorrere dal 01/01/2022, per garantire anche a coloro che attualmente non percepiscono gli assegni per il nucleo familiare di accedere alla nuova misura introdotta con la l. 46/2021.
A chi spetta
L’assegno spetterà a tutti i nuclei familiari con figli minori che non possiedono i requisiti per accedere agli assegni nucleo familiare quindi possono accedervi anche coloro che percepiscono redditi di lavoro autonomo, disoccupati, percettori di reddito di cittadinanza, etc. Un secondo requisito d’accesso è quello di avere una certificazione ISEE di valore inferiore a 50000,00 euro. Inoltre devono essere rispettate le seguenti condizioni:
– Essere cittadino italiano o di uno stato membro dell’Ue, o un suo familiare titolare del diritto di soggiorno;
– Essere cittadino di uno Stato non appartenete all’Ue, in possesso del permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
– Essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;
– Essere domiciliato o residente in Italia e avere i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno d’età;
– Essere residente in Italia da almeno 2 anni, anche non continuativi, oppure essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale.
Importi
L’assegno è corrisposto per ciascun figlio minore per un importo minimo mensile di 30 euro ed un massimo di 167,5 euro per i nuclei che hanno fino a due figli mentre gli importi salgono del 30% per i nuclei con almeno 3 figli. E’ prevista un’ulteriore maggiorazione per i nuclei con figli disabili. L’assegno sarà esentasse.

Modalità di richiesta
La richiesta andrà presentata all’INPS tramite i consueti canali telematici, tuttavia le modalità non sono ancora state definite, si presume che verranno comunicate con apposita circolare entro il 30/06/2021 che svelerà le modalità di accesso alla prestazione.
Riscossione
Gli importi saranno accreditati direttamente sull’IBAN indicato in fase di richiesta. Per i nuclei di genitori con affidamento congiunto dei figli, gli importi saranno corrisposti nella misura del 50% per ciascun genitore.

Al momento non è possibile effettuare alcuna richiesta. Sarà nostra premura informarvi sulle modalità e le tempistiche di presentazione delle domande. Vi anticipiamo sin da subito che anche qualora la domanda venisse inviata in data successiva al 01/07/2021 non si perderà il diritto alla prestazione infatti il Governo ha comunicato che per le domande presentate entro il 30/09/2021 verranno corrisposti gli arretrati sin dal 01/07/2021.

Lo studio Maffia & Associati è a disposizione per maggiori chiarimenti.